Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘CEDU’

L’art. 630 del codice di procedura penale è costituzionalmente illegittimo nella parte in cui non prevede un caso di revisione della sentenza se necessario ai sensi dell’art. 46 della CEDU. « d i r i t t o U E . i n f o.

Annunci

Read Full Post »

La Grande Camera della Corte Europea dei Diritti Umani ha emesso oggi la sentenza sul caso dell’uccisione di Carlo Giuliani, da parte delle forze di polizia italiane, durante il G8 di Genova del luglio 2001. La Grande Camera ha stabilito, a maggioranza, che nel caso di specie non vi è stata violazione dell’art. 2 della Convenzione europea (che sancisce il diritto alla vita), nè dal punto di vista sostanziale, nè da quello procedurale. Leggi il testo integrale della sentenza Gaggio and Giuliani v Italy

Read Full Post »

Il caso Nada c. Svizzera (application no. 10593/08), avente ad oggetto l’applicazione, nei confronti di un cittadino italiano, delle misure antiterrorismo adottate dal Consiglio di Sicurezza dell’ONU, verrà deciso dalla Grande Camera della Corte Europea dei Diritti Umani. Leggi il press release

Read Full Post »

La Corte europea dei diritti umani ha avuto recentemente occasione di esprimersi sul delicato problema dell’applicazione della CEDU nelle aree marine. Leggi in proposito “ECHR Rights at Sea: Medvedyev and others v. France” di Douglas Guilfoyle pubblicato su EJIL: Talk!

Read Full Post »

Nel caso Orsus Orsus v Croatia, la CEDU (Grande Camera) ha stabilito che la Croazia ha violato la Convenzione europea dei diritti umani (art. 14 e art. 2 del Protocollo 1), avendo la Corazia “segregato” dei bambini Rom in classi separate dagli altri bambini in alcune scuole primarie, a causa della loro scarsa conoscenza della lingua croata.
(altro…)

Read Full Post »

L’art. 5-bis, comma 7-bis, del decreto-legge n. 333 del 1992, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 359 del 1992, introdotto dall’art. 3, comma 65, della legge n. 662 del 1996, non prevedendo un ristoro integrale del danno subito per effetto dell’occupazione acquisitiva da parte della pubblica amministrazione, corrispondente al valore di mercato del bene occupato, è in contrasto con gli obblighi internazionali sanciti dall’art. 1 del Protocollo addizionale alla CEDU e per ciò stesso viola l’art. 117, primo comma, della Costituzione.

Sentenza 348/2007

Giudizio GIUDIZIO DI LEGITTIMITA’ COSTITUZIONALE IN VIA INCIDENTALE

Presidente BILE – Relatore SILVESTRI

Udienza Pubblica del 03/07/2007 Decisione del 22/10/2007

Deposito del 24/10/2007 Pubblicazione in G. U. 31/10/2007

Sentenza 349/2007

Giudizio GIUDIZIO DI LEGITTIMITA’ COSTITUZIONALE IN VIA INCIDENTALE

Presidente BILE – Relatore TESAURO

Udienza Pubblica del 03/07/2007 Decisione del 22/10/2007

Deposito del 24/10/2007 Pubblicazione in G. U. 31/10/2007

via L’art. 5-bis, comma 7-bis, del decreto-legge n. 333 del 1992, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 359 del 1992, introdotto dall’art. 3, comma 65, della legge n. 662 del 1996, non prevedendo un ristoro integrale del danno subito per effetto dell’occupazione acquisitiva da parte della pubblica amministrazione, corrispondente al valore di mercato del bene occupato, è in contrasto con gli obblighi internazionali sanciti dall’art. 1 del Protocollo addizionale alla CEDU e per ciò stesso viola l’art. 117, primo comma, della Costituzione. « DirittoUE.info.

Read Full Post »